Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Con “lady Asti” il consorzio di tutela dello spumante scommette sulla Cina

 

Parte da Shanghai, in Cina, l’operazione “lady Asti”, dedicata all’altra metà del cielo che il Consorzio di tutela dello spumante Asti Docg ha pensato di rappresentare con una bottiglia speciale nera satinata con tanto di corona da miss ed etichetta dorata. La presentazione dell’iniziativa è stata fatta l’altro ieri all’hotel Ritz-Carlton della megalopoli cinese dal presidente e dal direttore del Consorzio, rispettivamente, Gianni Marzagalli, e Giorgio Bosticco, presente il console generale italiano a Shanghai, Vincenzo De Luca e miss Cina 2013 (foto di fianco: un momento della presentazione).

Asti Cina

La scelta di puntare sul pubblico femminile – ha spiegato Marzagalli – è stata presa in quanto “le indagini di mercato nei principali paesi confermano che le donne gradiscono l’Asti docg per la sua dolce fragranza, i profumi, la leggerezza e la scarsa alcolicità del prodotto. Il nostro vino da sempre legato a momenti di festa e di allegria troverà in Cina nuove occasioni di consumo”. “In occidente – ha aggiunto Bosticco – pochi sanno che nel paese del drago sono molto popolari e frequentate le sale Key-tv dove si incontrano giovani e intere famiglie per partecipare a feste, cantare, cenare e bere. Protagoniste sono soprattutto le donne, vivaci interpreti di gare di karaoke dove musica e allegria sono gli ingredienti principali”.

Ladyasti
Partner operativi dell’iniziativa sono i fratelli Angelo e Vincenzo Morano della società Insider che da anni opera sul mercato cinese e che per l’occasione coinvolgerà nella sola area di Shanghai (23 milioni di abitanti) otto società di Ktv, con un centinaio di locali e migliaia di spazi attrezzati per questo tipo di feste, dove si brinderà con le bollicine di “Lady Asti” www.ladyasti.com. L’iniziativa ha l’obiettivo di creare un nuovo spazio di mercato posizionando l’Asti spumante nell’area del glamour, in un paese dove la crescita economica sta allargando i benefici a vaste fasce della popolazione, interessata a conoscere e scoprire  nuovi gusti. Non a caso il console De Luca ha osservato che “L’Asti spumante è uno dei prodotti simbolo del lavoro e dell’impegno italiano che ci piace rappresentare e far conoscere anche in questa parte di mondo così vivace e ricettiva”.

  • Morando Sergio Crocefieschi Genova Malpotremo Lesegno Italia Argentina San Morando Vico Morando Vico Belin |

    Miliardi di bollicine “ricordando..” che in Cina Giappone quando si fa un brindisi si mettono a ridere quando si esclama cin cin.. che vuole dire in oriente tutt’altra cosa. Forse tra poco ci sarà una Lady Cina gemellata con miss Lady Asti miliardi di bollicine al voto chi vincerà..?
    Sergio morando

  Post Precedente
Post Successivo