Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Illycaffè sempre più golosa di cioccolato: acquistata la britannica Prestat

Illycaffè sempre più golosa di cioccolato. Ieri, infatti, è stata resa nota l’acquisizione di Prestat, nome del produttore cioccolatiero tra i più rinomati della Gran Bretagna, fornitore ufficiale di lunga data della Real casa dei Windsor; nonché marchio che ha ispirato la trama del romanzo “La fabbrica del cioccolato” dello scrittore Roald Dahl.
Con questa operazione, la casa di torrefazione triestina amplia e consolida il business del cioccolato, avendo già da alcuni anni il controllo del marchio italiano Domori. Che con il tè Dammann Fréres, francese, e i vini Mastroianni di Montalcino, formano una boutique di prodotti agroalimentari di alta qualità che vivono di luce propria, ben distinti dal grande business caffeicolo di Illycaffè.
Non è un caso che, nel darne notizia, il vice presidente Riccado Illy ha evidenziato le sinergie che le due società – Prestat e Domori – potranno mettere in atto, avendo “ambedue livelli qualitativi di eccellenza”. E obiettivi vicendevoli di crescita sui mercati internazionali.
Anzi, si può pensare che sia stata proprio Domori a favorire l’acquisizione di Prestat, tenuto conto che la distribuzione dei truffles Prestat in Italia è piuttosto recente e avviene a opera della rete commerciale Domori. Che a questo punto potrà pensare a un piano di espansione su alcuni mercati internazionali, a cominciare dagli Stati Uniti, dove il marchio britannico è già di casa.
Bocche cucite sul valore dell’operazione. Mentre è stato precisato che Prestat è un’azienda che occupa un centinaio di dipendenti, fornisce catene distributive specializzate come Fortnum & Mason, Liberty e che nel 2018 ha generato vendite per 7 milioni di sterline.