Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Emilia Romagna e Lombardia insieme con BlogVille 2014 per promuovere il turismo via web

Comunicare l’offerta turistica via web 2.0 si può, costa poco e rende molto. Lo dimostra l’esperienza di #BlogVille, il progetto digitale di promozione turistica internazionale di Apt Servizi Emilia Romagna (www.aptservizi.com) che in solo due edizioni, e grazie all’azione dei travel blogger ospitati gratuitamente dalla regione, ha avuto un ritorno di oltre 600 articoli, 8mila immagini e più di 10 milioni di contatti via web. Facendo così conoscere a potenziali turisti internazionali territori ricchi di storia e fuori dal normale circuito turistico italiano. Il tutto con una spesa spalmata sui due anni di appena 30mila euro.

L’esperienza di BlogVille (www.blog-ville.com) è risultata molto interessante, sensibilizzando l’attenzione di altre regioni. A cui Apt Servizi non ha avuto difficoltà a dare la propria disponibilità e con le quali pianificare nuovi programmi e sviluppare sinergie. Con questa logica si è così dato vita a un primo protocollo d’intesa interregionale tra Emilia Romagna e Lombardia con una trentina di blogger internazionali riconosciuti e accreditati per l’edizione BlogVille 2014 provenienti da Europa, Americhe ed Estremo oriente.

L’accordo, illustrato ieri a Milano dagli assessori al Tiurismo dell’Emilia Romagna, Maurizio Melucci e della Lombardia, Mauro Parolini, prevede due periodi di ospitalità con “campo base” (nei fatti un appartamento attrezzato per sei persone) a Bologna, tra maggio e giugno, e a Milano, tra settembre e ottobre. L’organizzazione e gestione del turnover dei blogger è affidata alla rete di BlogVille, con il coinvolgimento di istituzioni pubbliche e aziende private che, con proprie contribuzioni, renderanno più agevoli i programmi e la logistica degli stessi blogger nella scoperta e descrizione, in piena e assoluta autonomia, dei territori visitati.

Per l’assessore Maurizio Melucci, «l’accordo con la Lombardia mira a valorizzare i due territori sui mercati internazionali. Il web rappresenta oggi, nello scenario globale 2.0, uno strumento imprescindibile, che richiede però lo sviluppo di nuove modalità di promozione e l’integrazione di nuovi linguaggi di comunicazione. Rivolgersi al turista straniero con un approccio efficace ci impone di abbandonare i regionalismi e ragionare secondo un’ottica allargata e di collaborazione tra i territori e le loro eccellenze». In sintonia la risposta dell’assessore lombardo Parolini, secondo il quale <per vincere la sfida del turismo a livello internazionale abbiamo bisogno di adottare nuove strategie e la collaborazione tra regioni è certamente una di quelle che già inizia a dare dei buoni risultati>.