Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Sandro Boscaini, “re” dell’Amarone, al vertice di Federvini

Masi - S.Boscaini
Il vignaiolo Sandro Boscaini (foto), presidente del gruppo veronese Masi Agricola, sarà il nuovo presidente di Federvini, la Federazione italiana industrie, produttori ed esportatori di vino. A proporlo all’unanimità è stato il consiglio dell’organizzazione imprenditoriale per il triennio 2014-2016, riunito per l’occasione nelle nuove cantine degli Antinori a Bargino, in Toscana. Succede a Lamberto Vallarino Gancia, che ha mantenuto l’incarico per due mandati. La nomina ufficiale avverrà in occasione dell’assemblea annuale della Federazione, in programma a Roma il 19 giugno prossimo.

Gancia, Lamberto Vallarino
Nel darne notizia, Gancia (foto accanto) ha detto: <L’ampio consenso che la Federazione ha riscontrato sul nome di Sandro Boscaini è un bel segnale di intesa interna e di allineamento su obiettivi comuni. Sono certo che Sandro saprà armonizzare con intelligenza e capacità strategica le diverse sfide che la nostra federazione si troverà a fronteggiare nei prossimi mesi. La difesa e la valorizzazione del nostro patrimonio vinicolo sono infatti per lui due obiettivi che passano prima di tutto attraverso la difesa e la valorizzazione dell’intero settore delle bevande alcoliche in Italia>.

Al presidente uscente si è unito anche il padrone di casa, il marchese Piero Antinori, che ha riconosciuto nell’amico Sandro Boscaini la stoffa del <grande imprenditore e un uomo di cultura particolarmente attento ai valori del made in Italy e della ricerca dell’eccellenza. La Federazione troverà in lui una guida illuminata>.

Nel ringraziare per la fiducia a questo importante incarico, Boscaini ha sottolineato il fatto che questa <è la prima volta che un imprenditore vitivinicolo veneto viene chiamato al vertice della centenaria storia di Federvini>. La nomina, ancorché essere <un riconoscimento alla persona e all’azienda> che presiede, <accredita il primario ruolo che la regione Veneto ha assunto nel mercato mondiale del vino e delle bevande alcoliche, grazie alla professionalità dei propri operatori e a un dinamico operare in filiera>.  

Vignaiolo aperto al mondo, Sandro Boscaini appartiene a una famiglia di viticoltori presenti in Valpolicella dal XVIII secolo. Dal 1978 è presidente del gruppo Masi, nome di punta in Valpolicella e leader nella produzione di #Amarone.Al gruppo fanno capo anche la gestione delle tenute dei Conti Serego Alighieri, dove ancora aleggia l’anima del Sommo poeta Dante, dei Conti Bossi Federigotti, in Trentino, e dell’Ovile, in Toscana.