Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Vino, Frescobaldi investe, per la prima volta dopo 700 anni, in Chianti classico

Frescobaldi investe, per la prima volta dopo settecento e rotti anni, direttamente nei vigneti del Chianti classico Docg.
La storica azienda della famiglia de’ Frescobaldi, con sei tenute viticole distribuite in diverse altre aree della Toscana, entra ufficialmente in Chianti classico.
Lo fa con l’acquisizione, siglata ieri, della tenuta San Donato in Perano, tra Gaiole in Chianti e Radda. Vale a dire una delle sottozone di produzione tra le più vocate del Chianti classico. L’operazione comprende anche una cantina relativamente nuova e si è concretizzata attraverso la partecipazione a un’asta pubblica. Valore dell’acquisto cash è di 13,3 milioni di euro. Lo ha reso noto la stessa azienda presieduta da Lamberto de’ Frescobaldi.

La tenuta acquisita si estende per 250 ettari circa, di cui 52 vitati a Sangiovese, uva base del Chianti classico Docg. Il territorio ha esposizione verso Sud e altitudini comprese tra i 400 e i 600 metri. La tipologia del terreno è contraddistinta da un elevato contenuto in scheletro e da forti pendenze (15-20%) che ne potenziano la capacità drenante. La nota aggiunge che la favorevole esposizione climatica permette di beneficiare di un clima secco ed asciutto durante l’estate, mentre a settembre è contraddistinto da forti escursioni termiche tra il giorno e la notte.
Subito dopo la firma, il presidente del gruppo Frescobaldi ha detto: “Abbiamo avuto l’occasione di conoscere le elevate potenzialità dell’azienda San Donato conducendola già dalla primavera 2014. Questo ci permetterà, nel 2018, di presentare la vendemmia 2015. Un’annata estremamente qualitativa che ha prodotto vini di grande complessità e longevità. Il vino di riferimento dell’azienda sarà la Gran Selezione, a cui se ne affiancheranno altri due, tutti compresi nella denominazione Chianti classico”.
Il Gruppo toscano, oltre al brand Frescobaldi, comprende la società che gestisce sei tenute agricole con le loro produzioni (Pomino, Nipozzano, Castiglioni, CastelGiocondo, Ammiraglia e Remole), la tenuta di Attems nel Collio friulano, l’unica ad essere esterna alla Toscana. A queste si aggiunga la società Dei Frescobaldi R&R s.r.l che opera nella ristorazione.
Inoltre, tramite la sub-holding Tenute di Toscana, controlla Ornellaia e Masseto in Maremma, Castelgiocondo e Luce della vite a Montalcino, nonché Toscana Distribuzione. Il Gruppo è controllato interamente dalla famiglia Frescobaldi e nel 2016 ha avuto un fatturato di oltre 100 milioni di euro.

  • Raffaele Taliercio |

    Gente che ha dato e da’gloria e grande reputazione anche all’Italia odierna.
    Sono felice dei loro successi.Ad maiora.Raffaele Taliercio

  Post Precedente
Post Successivo